Vai direttamente al contenuto Vai direttamente al footer

Questo sito usa cookie tecnici, statistici e di terze parti.
Accetta l'uso dei cookie per continuare la navigazione.

Privacy policy

Seconda Riunione dell’Employment Working Group

Focus sull’ultima delle tre priorità proposte dalla Presidenza italiana: i cambiamenti strutturali nell’organizzazione del lavoro, l’economia delle piattaforme e il crescente ricorso al lavoro da remoto.

28 Aprile 2021

Seconda Riunione dell’Employment Working Group

Si è tenuta nelle giornate del 14, 15 e 16 aprile, in videoconferenza, la seconda riunione dell’Employment Working Group sotto la Presidenza Italiana del G20. All’incontro, hanno preso parte, come di consueto, i delegati del G20 e dei Paesi invitati.

L’incontro, presieduto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha dato modo ai delegati dei Paesi del Gruppo di confrontarsi sull’ultima delle tre priorità proposte dalla Presidenza italiana: i cambiamenti strutturali nell’organizzazione del lavoro, l’economia delle piattaforme e il crescente ricorso al lavoro da remoto. Durante la riunione, la Presidenza ha inoltre presentato la sua proposta di tenere una sessione congiunta delle Ministeriali Lavoro ed Educazione sul tema della transizione scuola-lavoro, anticipando altresì i principi che saranno alla base della Dichiarazione congiunta sull’importanza delle sinergie tra sistemi educativi e mercato del lavoro nel garantire che le nuove generazioni possano affrontare le sfide di un mondo del lavoro in ormai rapidissimo e continuo cambiamento.

Come in occasione della riunione di febbraio, lo scambio di idee, politiche e buone pratiche è stato arricchito dal contributo delle Organizzazioni Internazionali e degli engagement group che si occupano dei temi trattati. OECD, ILO, ISSA e World Bank Group hanno infatti presentato i loro studi più recenti sul lavoro da remoto, sull’impatto dell’intelligenza artificiale sui rapporti di lavoro e sulle competenze che saranno maggiormente richieste nel mercato del lavoro a seguito delle transizioni in atto. Al tempo stesso, la partecipazione dei rappresentanti del Labour20, Business20, Civil20 e Think20, oltre a quella del Women20 e dello Youth20 nella prima riunione, ha garantito l’inclusione della prospettiva delle parti sociali e della società civile nel dibattito sulle priorità del Gruppo di Lavoro.

Le successive giornate sono state dedicate alla stesura dei documenti che verranno portati all’approvazione dei Ministri del lavoro e delle politiche sociali a Catania, il 23 giugno. In particolare, sono stati discussi la roadmap per il raggiungimento e il superamento dell’Obiettivo di Brisbane ed i principi guidaper l’accesso a strumenti adeguati di protezione sociale alla luce delle trasformazioni verso l’economia verde e digitale, accelerate dalla pandemia. Nel corso dei negoziati si è riscontrato un generale consenso sull’importanza dei due argomenti e sulla ratio delle proposte della Presidenza Italiana.